La secchina

LA SECCHINA TESORO SOMMERSO!!!

Ci sono immersioni che ti lasciano un segno dentro e la secchina è una di queste..

siamo a circa 8 miglia da Livorno...

Il fondale da circa 80 metri, sale rapidamente fino a formare un sommo con il cappello a 36 metri che degrada velocemente fino ai 45 metri.

Voglio raccontarti la mia esperienza

E' una bella mattina di metà maggio, il sole splende, mare forza olio e temperatura gradevole...

Arriviamo sul punto dopo circa 20 minuti di navigazione, lanciamo il pedagno volante e iniziamo a prepararci.

Sono emozionato perché ho sempre sentito parlare di questo posto e ora mi trovo a pochi minuti dall'esserci catapultato sopra.

Per l'immersione abbiamo pianificato circa 30 minuti di fondo.

Finiti i controlli, capriola e in un attimo mi trovo in acqua..

Ultimo ceck con il mio buddy e inizio la discesa...

L'acqua è blu e lascia presagire condizioni ottimali...

A circa 10 mt comincio a intravedere questa macchia nera che si innalza dal fondo di sabbia bianca...

Più scendo più comincia a delinearsi in tutto il suo splendore...

Arrivo a 35 metri e freno la mia discesa.

Approfittando della visibilità spaziale voglio capire bene le dimensioni per poi potermi orientare come si deve..

E' uno spettacolo della natura. Le prime cose mi colpiscono sono queste gorgonie enromi  tutte aperte e con astrospartus ganteschi.

Non so bene da che parte iniziare la mia esplorazione.

Guardo il mio compagno e decidiamo di prendere verso ovest...

Dopo poco incrocio il canalone e lo percorro per trovare il perimetro della secca..

Mentre mi gusto questo spettacolo nuotando in mezzo alle gorgonie, vedo la luce del mio compagno che  richiama la mia attenzione.

Mi giro e lui mi indica la superficie.. alzo gli occhi e mi rendo conto che sopra di noi c'era un branco di dentici... in caccia.

Credo che mi si sia fermata la respirazione dall'emozione, uno spettacolo vederli cacciare.

Ho perso circa un paio di minuti godendomi lo spettacolo e poi ho continuato a nuotare verso il perimetro della secca.

Arrivo al carrello.. lo illumino con la torcia e dentro scorgo un gronco che sarà stato almeno due metri!!!

Lo osservo da distanza di sicurezza ... non si sa mai!!!

Ininizio a costeggiare la secca con parete sulla destra e a sbirciare tra i vari anfratti.

Trovo aragoste, parazoantus, e qualche sarago.

Alzando gli occhi vedo una corvina che si allontana da me ma senza scappare.

Decido di seguirla e dopo poco la vedo intanarsi in una spaccatura.

In questi casi il Rebreather ti aiuta perché se ti avvicini piano senza fare rumore di bolle, riesci a non far scappare i pesci.

Metto la torcia dentro il buco e trovo questa tana con almeno 10 corvine una più bella e grossa dell'altra.

Sono una meraviglia e la torcia risalta i loro colori unici.

Decido di continuare il mio tour e in lontananza vedo un polverone.

Penso sia il mio compagno un po sbadato invece è li a fianco a me.

Allora ci sdraiamo sul fondo e aspettiamo.

Dopo poco da un altro buco esce una cernia che credo sarà stata grossa come una 500!!!

Giuro! Mai vista una roba del genere..

Era stata lei ad alzare il polverone magari scappando da me.

Ci osserviamo in religioso silenzio.

Chissà cosa le potevamo sembrare... forse astronauti... PER ME ERA LA REGINA DELLA SECCA!!!

Appena ci siamo rialzati  dal fondo è scappata subito, pazienza sono sicuramenti  stati attimi che rimarranno indelebili nella mente.

Un occhio al profondimetro... sono già trascorsi 25 minuti è ora di incamminarci verso la cima.

Tornando, su un panettoncino a poca distanza vedo altre tre cernie che ci osservano da distanza.

Accidenti devo rimanere nel piano e non posso.... mi riprometto di esplorare anche quella porzione la prossima immersione.

Arriviamo al pedagno, 29 minuto.

Iniziamo la risalita.

man mano che riguadagno la superficie, penso che dovrò tornarci pianificando almeno un ora!!!.

Dopo 70 minuti mettiamo la testa fuori dall'acqua..

Torno a casa felice di aver scoperto un paradiso sotto casa....